Renato Zanatta crop

Responsabile Area Engineering

Ingegnere Meccanico abilitato dal 1987, ha maturato negli anni un’ampia e solida esperienza nella progettazione di impianti di vario genere: rilevamento e spegnimento incendi, impianti idrici e sanitari, condizionamento, produzione e distribuzione gas, impianti elettrici civili ed industriali.

Nel corso della sua attività, che spazia dalla progettazione per il settore industriale a quella per il campo sanitario, dello spettacolo e dell’edilizia scolastica, figurano la progettazione esecutiva degli impianti tecnologici e la direzione lavori per l’ampliamento del complesso operatorio e servizi annessi della casa di cura Salus di Trieste; il progetto esecutivo dell’adeguamento della rete antincendio della raffineria di Venezia; la progettazione degli impianti termotecnici nell’ambito del restauro del Teatro Comunale di Treviso; il progetto degli impianti tecnologici per l’Alkrimya Shopping Center, in Libia.

Collabora con architetti quali Mario Botta, Gae Aulenti, Semerani e Tamaro; cura inoltre il progetto esecutivo degli impianti tecnologici dell’ex Ospedale di Treviso – Nuova Università, sotto la guida dell’arch. Portoghesi, incarico sul quale firma il capitolo La Sala Macchine del quartiere, nel volume L’Università e il Quartiere Latino nel centro storico di Treviso, pubblicato da Portoghesi nel 2006.

Nel 2010 segue, in qualità di correlatore, la tesi Analisi energetica di un impianto geotermico, di Francesco Fedato sotto la supervisione del Ch.mo prof. Roberto Zecchin. Dal 2001 ricopre la carica di Amministratore Unico e Direttore Tecnico della ACT Progetti, collaborando con la società WIP Engineering, in seguito assorbita dalla WIP; qui, dal 2015, è responsabile dell’area Engineering.